Il Babirussa?

Il Babirussa della Papuasia.

Nel ’96 Paolo e io avevamo ancora “solo” quattro figli.  La più piccola aveva si e no due mesi.

Una nostra giovane amica lavorava nella redazione di un programma televisivo.  Il tema che gli autori avevano deciso di trattare era “le scelte di vita”.   Era il turno della categoria dei trentenni, di cui noi, con la nostra famiglia eravamo rappresentanti.  La nostra amica ci aveva segnalati perché l’avere ben quattro figli era sintomo di una scelta di vita forte, che meritava di essere portata agli onori della cronaca.  La cosa ci incuriosiva, e per affetto alla nostra amica accettammo di raccontarci.  Giunse quindi in visita pastorale a casa nostra la conduttrice del programma, che si innamorò del grazioso caos della nostra casa (il più grande dei bambini aveva allora sette anni).  Poi fu la volta dell’autrice e di un esponente della troupe.  A dire il vero la faccenda ci impensieriva sempre più. L’idea era questa: girare una clip di pochi minuti in presa diretta, per documentare una nostra giornata tipo, magari festiva, in cui anche Paolo fosse a casa.  La regia esigeva spontaneità e la troupe si sarebbe presentata da noi sul presto, di domenica, per non perdere l’assalto alla cucina in pigiama, poi ci avrebbe seguito nel corso della giornata.  Certamente nessuno di noi avrebbe notato la presenza degli operatori e delle loro attrezzature, cavi, proiettori e altro.  saremmo stati perfettamente naturali nel vestirci, uscire, rientrare, mangiare, mettere a letto i bambini la sera.
“Proprio come in un documentario naturalistico, alla Piero Angela, che abbiamo visto ieri sera in televisione.  L’operatore mimetizzato tra le frasche scruta le abitudini del Babirussa della Papuasia” esclamò Paolo sorridendo, ma tanto bastò perché l’autrice rimanesse interdetta.
Sollevati apprendemmo pochi giorni dopo dalla la nostra amica  che il programma era stato sospeso.
Ne siamo sicuri: fu il temibile Babirussa a mettere in fuga il Grande Fratello.

Annunci

One thought on “Il Babirussa?

  1. Pingback: Il terrore delle commesse | il Babirussa

Dì la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...